szdf

<prec succ>
________________________________________________________________________________________________________________________

PONTE SUL LAGO PERTUSILLO _ val d'agri _ basilicata

Il lago Pertusillo é un luogo di calma e natura pura.
Un ponte potrebbe sembrare un idea aggressiva in un contesto cosi’ delicato ed equilibrato. Noi vorremmo mantenere inalterata la natura del posto; d’altro canto negare la presenza dell’uomo sarebbe una menzogna.
Il suo passaggio é evidente, attestato dalla presenza di un ponte già esistente, brutalmente inserito nel panorama. Se si accetta questa realtà, un nuovo progetto potrebbe essere l’occasione per compiere un gesto delicato, sensibile ed intelligente, col rispetto che il luogo merita. La sensibilità verso la delicatezza della natura ha indirizzato il progetto verso una strategia che abbiamo chiamato “70-30”, che vuol dire: anziché concepire una connessione attraverso il lago “100% ponte”, abbiamo ideato un sistema costituito al 70% da paesaggio e 30% da ponte.
Il nuovo ponte sarà un’opera architettonica costruita con materiali naturali; una sorta di passeggiata per pedoni e ciclisti ondulata e sinuosa, una nuova via di comunicazione.
La presenza dell’isolotto, opportunamente ingrandito mediante dei riporti di terra della stessa natura di quella sui bordi del lago, aiuta a dissimulare la nuova strada e al momento dell’acqua bassa l’impatto di questo nuovo manufatto sarà minimo e allo stesso tempo inserito delicatamente nel campo visivo.
La portata del ponte ed il suo impatto ambientale saranno artificialmente ridotti mediante la creazione di una penisola di terra; una penisola a forma di virgola che costituirà comunque un’innegabile traccia della mano umana nel paesaggio del lago.
Al di sotto del livello massimo dell’acqua un sistema d’archi permetterà alle correnti interne di circolare liberamente dando allo stesso tempo l’occasione di creare un sorta di opera d’arte ispirata al concetto di ‘land art’ a metà tra il lavoro dell’uomo e l’erosione della natura.
Il ponte vuole essere un gesto leggero, minimale e delicato ma di tensione importante: come l’arco di energia tra la mano dell’uomo e quella di Dio nella Cappella Sistina. La struttura riassume questo non-contatto, un arco fine e slanciato in pietra naturale, espressione dell’armonia tra uomo e natura, elogio di una forma strutturale classica in simbiosi con le forze naturali grazie alla sua stabilità.

________________________________________________________________________________________________________DATI DI PROGETTO

Localizzazione: val d'agri - basilicata

oggetto: concorso internazionale di idee per la realizzazione di un nuovo ponte sul lago pertusillo

capogruppo - giorgio rosental (TO)
gruppo di progettazione : hugh dutton (parigi), cesare griffa (TO), adstudio
collaboratori : Paolo Quirico, Marco Mele, Mounir Raquib, Enrico Milano
link : http://www.europaconcorsi.com/db/pubrec/scheda.php?id=9055

esito: progetto partecipante