szdf

<prec succ>
________________________________________________________________________________________________________________________

BUT#002_edificio unifamiliare in settimo torinese

il contesto in cui si inserisce l'intervento è lo stesso della GIU#002; un'area destinata all'espansione residenziale della città di settimo torinese, direttamente in contatto con le campagne circostanti. il fatto che la casa si trovi in una zona di confine tra città e campagna, congiuntamente al fatto che si collochi in una parte di città destinata ad assorbire la domanda di case profilo medio-alto, ci porta a pensare ad una tipologia di casa indipendente ripetibile, formalmente semplice. abbiamo pensato ad un involucro sensibile agli stimoli esterni, un qualcosa che assorbisse le tensioni urbane e che poi potesse trasferire distensione alle campagne agricole adiacenti. un design semplice, tradizionale, funzionale, ma esigente in termini di qualità spaziale.

questo è il concetto base, un'intenzione regolatrice del progetto architettonico. la tipologia di partenza, il riferimento con il quale abbiamo approcciato tale mediazione, è quello della cascina; il solido di partenza è quindi un corpo compatto, coperto da un tetto a due falde. il trasferimento concettuale, ovvero il passaggio dal concetto base all'oggetto, è stabilito da un altrettanto semplice gesto progettuale, la traslazione. a livello compositivo, il solido/cascina viene traslato lungo la direzione longitudinale del colmo di copertura, generando in tal modo delle pressioni e delle depressioni, le cui tracce, i frame dei portali, rimangono gli unici testimoni dello scorrimento dei corpi di fabbrica, creando funzionalmente al programma imposto degli spazi vitali per la casa stessa.

il programma residenziale prevede una zona giorno con soggiorno/pranzo e cucina, una zona notte con camera e bagno; un disimpegno conesente di accogliere la scala che giunge dall'interrato, composto da garage, lavanderia e taverna; dal soggiorno è anche possibile accedere alle camere e bagno del sottotetto.

a livello distributivo, lo sfalsamento creato con la traslazione delle due parti di casa consente di approfittare di uno spazio terrazza direttamente collegato al soggiorno e alla cucina. si è così a creato uno spazio living composito per la casa, uno spazio intimo esterno che aumenta le potenzialità spaziali degli ambienti interni. un ulteriore livello di intimità si raggiunge nell'interrato; la taverna viene messa in comunicazione con gli spazi del piano terra per mezzo di un patio, fulcro e filtro, limite sensoriale tra spazio interno e esterno, elemento di dialogo tra casa, lotto e contesto. è uno luogo proprio della casa, dal quale è possibile percepire gli eventi esterni rimanendone tuttavia protetti.

________________________________________________________________________________________________________DATI DI PROGETTO

Localizzazione: Settimo Torinese (TO), via Consolata

Servizi oggetto dell’incarico: Progettazione preliminare, definitiva, esecutiva e direzione lavori di Costruzione Civile Residenziale
Committente: Privato – società EDILSID sas di Carmelo Butera

tempistica: Progetto preliminare, definitivo e esecutivo:
inizio AGOSTO 2007 – termine DICEMBRE 2007
Direzione Lavori: inizio MARZO 2008 – termine MARZOE 2009