<prec
_______________________________________________________________________________________________________________________________

APPARTAMENTI IN VIA FANTINA - settimo torinese TO

 

 

Il contesto nel quale è inserito l’intervento è caratterizzato da aree già strutturate dove il tessuto edilizio è di epoca prevalentemente recente ed è costituito per lo più da edifici isolati a tre o quattro piani fuori terra, aventi spazi pertinenziali sistemati a verde.
Il progetto prevede la realizzazione di due fabbricati, di cui il primo composto da 21 unità immobiliari e il secondo da 9 unità, con box auto e altri locali accessori pertinenziali collocati al piano terra mentre le unità residenziali sono dislocate ai piani superiori.
La conformazione del lotto, tendenzialmente allungata, la volontà di creare una corte interna comune ai due edifici, l’affaccio sul parco pubblico in progetto lungo il fronte nord del lotto e la sostenibilità ambientale come obiettivo cui tendere, hanno rappresentato i punti di partenza per il progetto.
Dal punto vista formale, l’idea progettuale  è stata quella di conferire un’immagine unitaria agli edifici, inglobando i balconi all’interno dell’involucro edilizio costituito da una trama irregolare di pilastri che scandiscono le facciate.
Dal punto di vista energetico il fabbricato intende raggiungere un alto livello di sostenibilità mettendo in opera una serie sistematica di accorgimenti e tecnologie al fine di realizzare un prodotto edilizio performante sia dal punto di vista passivo (strutturale), avvalendosi di materiali da costruzione dal potere altamente coibente e che garantiscono il rispetto dei requisiti di sostenibilità, sia dal punto di vista impiantistico con l'impiego di nuovi prodotti tecnologicamente innovativi.
Nello specifico sono stati predisposti:

  1. una ottimale coibentazione delle strutture con tecnologia a "cappotto" e l'impiego di serramenti in legno di spessore adeguato, dotati di vetri basso emissivi;
  2. un impianto di raccolta acque meteoriche utilizzate per alimentare una rete "duale" per gli scarichi wc e per l'irrigazione delle aree verdi;
  3. un impianto termico centralizzato di riscaldamento ambienti con controllo automatico ed autonomo della temperatura per singola utenza, produzione acqua calda sanitaria centralizzata collegato alla fonte energetica di teleriscaldamento cittadino;
  4. un importante quota di pannelli fotovoltaici con esposizione sud, integrati nella copertura dei due fabbricati;
  5. una ventilazione meccanica controllata.

Tutti questi elementi e la loro integrazione nel complesso edilizio, consentono di raggiungere la classe energetica "A" e il rispetto delle prescrizioni del PRGC che per l’area normativa in esame prevedeva “Edilizia sperimentale con i requisiti della bioarchitettura, associata alla produzione/utilizzazione di energie alternative”.

______________________________________________________________________________________________________________DATI DI PROGETTO

localizzazione: via Fantina, Settimo Torinese (TO)

committente: CNEP uno s.r.l.

incarico: studio di fattibilità, progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, direzione lavori

gruppo di progettazione: adstudio (architettonico e coordinamento), cnep uno srl (impresa costruttrice), studio bormida (strutture), Germasca S.a.s. (impianto termico), setco enigineering s.a.s. (energetica), marocco cristina (acustica), edildue technology (ventilazione meccanizzata), genovese & associati (geologica).