<prec succ>
________________________________________________________________________________________________________________________

CASA BIFAMILIARE IN VIA DE FRANCISCO, LOTTO G12 - settimo torinese TO

 

 

L'intervento si inserisce in un ambito urbano di nuovo ampliamento della città di Settimo Torinese, in diretto contatto con le campagne circostanti. Da questa considerazione di partenza, il progetto si sviluppa in modo da coniugare questi due aspetti del contesto, interpretando in modo contemporaneo il dialogo tra la città e il parco.
Al fine di spezzare la continuità di facciata, i volumi delle due unità immobiliari vengono staccati e traslati. Da questi due semplici gesti progettuali ne deriva una complessità compositiva capace di generare una nuova qualità spaziale della tipologia residenziale bifamiliare.
A livello funzionale le unità hanno accessi indipendenti. Lo spazio diurno si compone di un ambiente unico su cui si apre l’ampia cucina; un disimpegno consente di accogliere la scala che giunge dall'interrato, composto da garage, lavanderia e altri locali; dal piano terra è anche possibile accedere ai locali del sottotetto.
Entrambi gli edifici presentano doppio affaccio su strada e giardino; questi due fronti opposti dialogano con il contesto attraverso un diverso grado di apertura verso l'esterno; il fronte verso la strada e quindi verso la città si presenta più chiuso e una finestra a doppia altezza, che segue l'inclinazione del tetto, ne rafforza la presenza visiva; quello verso il parco è completamente vetrato per garantire una continuità tra interno ed esterno, ma allo stesso tempo viene schermato dai raggi solari nelle ore più calde attraverso un sistema di frangisole orientabili elettricamente.

La sistemazione dello spazio esterno mira a divenire il punto di congiunzione tra la città e la campagna e propone come struttura di base una griglia triangolare che permette le variazioni di orientamento con il minimo movimento di terreno. Questa griglia è costituita da porzioni di giardino sistemate a verde e altre pavimentate in pietra o in legno, delimitate da una serie di doppi muri triangolari concavi o convessi, che si adattano alla situazione specifica variando l'altezza e il raggio di apertura e ne definiscono il margine.

I materiali utilizzati sono prevalentemente il legno, il corten e l'intonaco bianco che hanno lo scopo di evidenziare attraverso il loro contrasto cromatico determinate porzioni di edificio quali:  le imbotti generate dell'aggetto della copertura, determinate porzioni di pavimentazione, gli scuri scorrevoli e i frangisole.

________________________________________________________________________________________________________DATI DI PROGETTO

Localizzazione:

Servizi oggetto dell’incarico:
Committente:

gruppo di progettazione: