<prec
_______________________________________________________________________________________________________________________________

PIANO DI RECUPERO AREA GENOSO, tra le vie iv novembre, toti e baracca - settimo torinese TO

 

 

Il processo progettuale che ha portato alla definizione dell’intervento è il frutto della lettura e dell’analisi del contesto ambientale e costruito.
L’obiettivo cui tendere è stato quello di sostituire l’edificio originario (espressione diretta dell’ambizione e intraprendenza di una committenza attenta alla “cultura del costruito”) con un nuovo complesso edilizio, unitario e organico così come l’esistente, dal rinnovato carattere architettonico - ambientale capace di confrontarsi, senza mimesi, con il contesto in cui è inserito.
Il progetto, che si colloca ai margini della città di Settimo Torinese,  definisce una conformazione plano-altimetrica dei nuovi edifici adeguata alle rispettive confrontanze. Le ali di fabbricato  parallele a via Toti e via Baracca mantengono un profilo basso e frastagliato, alternando volumi aggettanti e rientranti rispetto al filo di manica, simulando la successione di case indipendenti tipica della zona, mentre lungo la via IV Novembre si staglia un edificio elevato a tre piani fuori terra, ospitante sei appartamenti.
L’intervento, lungo le vie Toti e Baracca, accosta una sequenza di alloggi che si articolano con una pianta che mette in relazione un soggiorno, una cucina, uno spazio che disimpegna il bagno, oltre alla scala che mette in comunicazione i tre livelli dell’unità immobiliare, generando nella sequenza delle parti, alcune piccole corti dal carattere “più intimo” e riparato rispetto agli sguardi e vedute dei fabbricati limitrofi. Anche al piano superiore le unità immobiliari mantengono un forte rapporto con le pertinenze esterne articolando i volumi in progetto intorno alle corti sottostanti.
Le sistemazioni esterne sono per lo più a verde su terrapieno, lungo i fronti stradali, mentre verso l’interno, sulle corsie di distribuzione degli interrati, è stato previsto un giardino pensile, su solaio, interrotto in corrispondenza del patio.
La scelta del verde pensile, oltre che rispondere alle esigenze normative, presenta numerosi vantaggi, non solo dal punto di vista estetico, ma anche funzionale ed economico. Infatti, il sistema proposto, insieme al patio interrato con alberature di medio fusto, offre un cospicuo contributo alla riduzione dell’inquinamento dell’aria, al miglioramento del clima urbano e alla mitigazione e compensazione ambientale.
L’interrato ospitante le rimesse private e altri locali di pertinenza, viene illuminato naturalmente da una ampia centrale sistemata a verde. Tale conformazione, oltre a garantire una elevata qualità dello spazio, assicura anche il rispetto delle vigenti normative sull’aerazione delle autorimesse interrate senza la necessità di predisporre altre bocche di aerazione e ventilazione.

Dal punto di vista energetico il fabbricato intende raggiungere un alto livello di sostenibilità mettendo in opera una serie sistematica di accorgimenti e tecnologie, avvalendosi di materiali da costruzione dal potere altamente coibente e che garantiscono il rispetto dei requisiti di sostenibilità, anche dal punto di vista impiantistico con l'impiego di nuovi prodotti tecnologicamente innovativi.
Tutti questi elementi e la loro integrazione nel complesso edilizio, consentono di raggiungere la classe energetica "A" , nonché valore di 2,5 del Protocollo Itaca Regione Piemonte 2009.

______________________________________________________________________________________________________________DATI DI PROGETTO

sito di promozione: www.progettoecocasa.it

localizzazione: via Toti, via IV novembre, via Baracca, Settimo Torinese (TO)

committente: società progetto ECOCASA s.r.l.

incarico: studio di fattibilità, progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, direzione lavori

gruppo di progettazione: adstudio (architettonico e coordinamento), co.ge.n. srl (impresa costruttrice), studio semeraro (strutture), prodim srl (energetica e acustica), studio de la pierre (geologica), geom. Massimo Argomenniè (sicurezza)

rendering: www.noreal.it