<prec succ>
________________________________________________________________________________________________________________________

APPARTAMENTI IN VIA DEI MILLE - settimo torinese TO

L’edificio in progetto si colloca all’interno del tessuto urbano di Settimo Torinese e  si configura come un completamento di un “tassello urbano” già delimitato su due lati da un complesso edilizio esistente con un carattere spiccatamente urbano, definito dalla cortina continua, dall’allineamento su strada e dal paramento laterizio, ritmato rigidamente dalle bucature e dai caratteristici affacci.
Il progetto, visto come un’importante occasione di riqualificazione sia spaziale sia di uso, cerca di riportare un equo grado di beneficio all’insieme urbano più generale, attraverso un insieme di interventi a differenti scale:

  • la riqualificazione funzionale del sistema della viabilità è perseguita con l’allargamento della strada e con l’inserimento di marciapiedi e parcheggi;
  • l’idea di un piano terra visivamente fluido e permeabile cerca una complementarietà nello spazio pubblico dei marciapiedi, introducendo un filtro mediato dalla presenza dei blocchi scala e dei pilotis, soluzione che illustra la volontà di risolvere positivamente il tema dello scarto altimetrico delle strade;
  • il completamento e la continuità dei caratteri morfologici dell’area sono ottenuti attraverso l’adozione di un impianto tipologico ad “L” che individua nella scomposizione in 2 blocchi autonomamente caratterizzati su via Dei Mille;
  • la suggestione di una cortina edilizia che si articola attorno ad una corte verde interna è resa manifesta dall’apertura visiva su tale spazio;

In merito alla composizione planivolumetrica è possibile affermare che la differenza di quota riscontrata tra i due estremi differenti della strada, abbia indicato la possibilità di articolare in due differenti unità –tra loro collegate- l’oggetto architettonico. Si hanno così visivamente due edifici con altezze diverse che si confrontano lungo lo svolgersi di una strada.
Dal confronto con l’intervento di corso Agnelli, si riprende l’immagine di un angolo costruito, cercando un grado di mediazione che viene ad essere introdotto con l’inserimento di un traliccio in intonaco che disegna una partizione geometrica sopra un partito murario in laterizio ed evidenzia il ritmo degli sfondati e delle finestre, incorniciando gli elementi di eccezione come il vano scala vetrato e parzialmente mascherato da frangisole lignei.
Per il lato ovest il materiale è il laterizio e l’impaginato viene percepito come maggiormente articolato in una scansione di pieni e di vuoti: le logge scavate si alternano alle campiture piene, e tale composizione non risulta minimamente alterata dalla presenza dei balconi che movimentano il filo di facciata.
Per cercare un alleggerimento dell’insieme e per non incombere troppo sulla strada si è cercato un artificio che potesse sollevare visivamente e slanciare quindi in orizzontale la campitura laterizia. Così, il tema dei pilotis su questo lato è articolato fino a comprendere in parte anche il primo piano, introducendo una scala intermedia di articolazione di facciata.
Il fronte nord evidenzia la composizione delle parti mostrando la volontà di articolare l’angolo in una sequenza meno rigida rispetto a quella solitamente proposta nella contrapposizione esterno-urbano-pubblico / interno-intimo-privato.
Per l’interno quindi la strada percorsa è quella di una composizione punteggiata dalla serrata ritmica delle differenti aperture e dalle variazioni proposte dalla presenza e dall’alternarsi dei balconi e degli sporti di copertura, per il corpo nord-ovest, e dalla riproposizione del traliccio intonacato per quella sud-est.
Il tema degli attici è trattato con una attenzione particolare, espressa verso il tema della mitigazione volumetrica. Sono intesi, infatti, come elementi autonomi dal punto di vista dei materiali e arretrati rispetto al filo di facciata.

________________________________________________________________________________________________________DATI DI PROGETTO

Localizzazione:

Servizi oggetto dell’incarico:
Committente: